You are here: Home Progetti Progetti conclusi Centro multifunzionale a Kita (Mali)
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere l'informativa estesa.

    Privacy policy

Centro multifunzionale a Kita (Mali)

Luogo:  Kita una cittadina di 40.000 abitanti a nord di bamako( la capitale ), sulla strada per il Senegal.
Progetto:  Centro multifunzionale che ospita al suo interno quattro progetti atti a soddisfare le esigenza primarie della popolazione del villaggio.
Responsabile: Bira Sy
Motivazioni generali del progetto:
Kita una cittadina situata nelle prémiére region del Mali, con un'unica via di collegamento con Bamako la capitale ( esiste solo infatti solo il collegamento ferroviario con continui deragliamenti e interruzioni di comunicazione, mentre le altre vie di comunicazione su strada sono quasi del tutto impraticabili ) è quasi del tutto priva di servizi essenziali riguardanti il campo educativo e sanitario.
Anche l’economia è piuttosto debole ( l’unica risorsa è il cotone) con evidenti ripercussioni sull’attività domestica.
Da qui l’esigenza di creare un Centro che ospiti, al suo interno progetti finalizzati a migliorare la salute, l’alimentazione , l’educazione , gestiti da responsabili del luogo che hanno scelto direttamente ( insieme alla popolazione ) i progetti da realizzare.
Il centro multifunzionale mira a divenire completamente autonomo ( lo è già in parte), a non dipendere dagli aiuti provenienti dall’Italia e a proporre una forma di commercio e di servizi più equa e accessibile alla popolazione soprattutto  a quella più povera del villaggio.
Costo complessivo progetto Kita:  6.234 euro
Ripartizione:  75% con contributo dell’associazione Italiana e il 25% con autofinanziamenti del gruppo locale.

Il centro ospita nell’ordine:
A)Mulino meccanico
Per la produzione di farina di miglio e di mais.
Motivazioni specifiche:
Il Mulino è a disposizione di tutte le famiglie del quartiere ( La Gare ) e sostituisce il lavoro giornaliero delle donne costrette a dedicare almeno 4/5 ore al giorno del loro tempo ala preparazione della farina di miglio e di mais ( i loro alimenti base ) utilizzando il mortaio o il pestello.
Obiettivi e come:
La farina di mais e di miglio ricavata dalla macinazione viene ottenuta a d un prezzo notevolmente più basso rispetto a quello applicato normalmente dagli altri mulini. Una parte del miglio e del mais viene macinata gratuitamente alle famiglie più bisognose.
Il ricavato della macinazione serve a sostenere  le spese di manutenzione di funzionamento della macchina  stessa. In applicazione del principio della reciprocità, si è deciso che ciascuno che usufruisce del mulino si impegna a far qualcosa per la comunità in relazione alle proprie capacità. Siamo partiti con concetti molto semplici come ad esempio pulire il cortile del centro o impegnarsi in attività rivolte al miglioramento del proprio quartiere.
Costo del progetto: 1279 euro
Quando è stato realizzato: Il mulino è stato acquistato nell’aprile del 2001 ed a oggi funziona giornalmente e autonomamente senza necessità di alcuna sovvenzione.

B) Centro di distribuzione alimentare
Per le famiglie meno abbienti

Motivazioni specifiche:
5 prodotti di base : riso, miglio, zucchero, olio e sapone vengono venduti in piccole quantità ad un prezzo inferiore a quello comunemente applicato sul mercato ( il riferimento è ai prezzi all’ingrosso ) e sono destinati alle famiglie più povere.
Obiettivi e come:
La vendita viene effettuata in piccole quantità proprio per dare la possibilità alle famiglie meno abbienti di poter soddisfare il loro fabbisogno alimentare , in quanto alle volte hanno la possibilità di acquistare un Kg di riso ma non un sacco da 50Kg venduto comunemente nei mercati di Kita. L’Associazione ha fornito il contributo iniziale per l’acquisto del riso e del miglio e, attraverso il sistema del micro credito, attualmente direttamente dai responsabili del progetto, il centro mira a divenire completamente autonomo appena si formerà una piccola economia necessaria a sopperire alle spese di gestione nonché al reperimento di altre risorse necessarie ad acquistare altri alimenti di base.
Costo del progetto: 1598 euro
Quando è stato realizzato: settembre 2001

C) Centro di assistenza ambulatoriale e di medicina preventiva

Motivazioni specifiche:
Le medicine a Kita scarseggiano e sono molto care.
La gente muore per le malattie più comuni, molti bambini non riescono ad arrivare in età adulta. Vige ancora la legge del più forte:”solo chi è più robusto sopravvive”.
Da qui l’esigenza di creare un centro dotato di medicinali e di informazioni mediche di base.
Si tratta di un progetto in fase sperimentale in quanto restano ancora tutt’oggi da risolvere problemi legati alla traduzione in francese delle indicazioni poste sui medicinali nonché spesso all’errato utilizzo di farmaci per quanto concerne la loro somministrazione.
E’ comune credenza in Africa che le medicine portate dai bianchi sono una panacea universale, da qui l’uso sovente in forma massiccia e indiscriminata del farmaco stesso. Resta quindi molto d are in termini di educazione sanitaria.
Obiettivi e come:
Il centro funziona di giorno e fornisce medicinali di base ad un prezzo + basso di quello comunemente applicata dalla farmacia ( l’unica ) del luogo, nonché informazioni sulla prevenzioni delle principali malattie endemiche ( in particolare l’AIDS e la malaria ).
Costo del progetto: sono stati finora effettuati dall’Italia due invii di medicinali del valore di circa 2582 euro. I medicinali sono stati reperiti grazie all’aiuto di medici e farmacisti “amici, inoltre un generoso contributo in medicinali è stato offerto dall’Ospedale di Sondrio.
Quando è stato realizzato: Il progetto è stato avviato nel gennaio 2002 ma non si è concluso a causa della morte del responsabile maliano del progetto in un incidente automobilistico

D) Centro di documentazione
Per bambini e adulti

Motivazioni specifiche:
A kita vi sono le scuole ma i bambini sono tanti, troppi.
In media una classe consta di circa 53-55 alunni e le insegnanti sono costrette ad insegnare sia al mattino ce al pomeriggio.
La sera  sono così stanche che nemmeno riescono a correggere i compiti. Inoltre mancano quasi del tutto i libri di testo.
Per questo la polo azione ha espresso il desiderio di aprire un centro di documentazione per bambini ( cominciando dai bambini più poveri) e per adulti.
Obiettivi e come:
Si prevedono corsi di medicina preventiva, per l’educazione e per l’alimentazione. Verrà inoltre allestito una biblioteca affinché gli studenti delle scuole superiori( a Kita esistono due licei) possano trovare libri, materiale informativo e formativo.
Costo del progetto: 774,68 euro di cui il 75%( 581,01 euro ) finanziato con contributi dall’associazione Italiana e il 255( 193,67 euro ) con autofinanziamento del gruppo locale.
Per la realizzazione di questo progetto c’è bisogno di :
Libri di testo e d narrativa in francese, tavoli e sedie, una libreria, una macchina fotocopiatrice, materiale di cancelleria ecc.
Quando è stato realizzato: il progetto non è stato avviato a causa della morte del responsabile maliano  del progetto in un incidente automobilistico.

Dona il 5 per 1000!

5xmille-200

Sostegno a Distanza in Mali

sostegno

Sportello stranieri gratis

sportello-1

Iscriviti alla newsletter!




Acconsento al Trattamento ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali

Seguici su....

     

    facebook-icon-preview twitter-icon-circle-blue-logo-preview   YouTube-icon

Fotogallery

  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow